ArcheoTeatro Pompeiano Ludendo Docere

L'ArcheoTeatro pompeiano

L'ArcheoTeatro pompeiano -  ArcheoTeatro Pompeiano

L'ArcheoTeatro

Ubicato nelle immediate vicinanze degli scavi (presso Porta Marina Inferiore) l’ArcheoTeatro Pompeiano è una struttura rievocativa circondata dal verde che riprende elementi architettonici dei teatri e degli anfiteatri del mondo romano, adattandoli alle esigenze della fruizione moderna, per offrire al pubblico un'esperienza immersiva, dove questi non si limiterà ad essere passivo spettatore, ma sarà chiamato a interpretare il ruolo di un antico pompeiano in visita all’anfiteatro o al teatro, in cerca di emozioni forti, svago e stimoli intellettuali.

L’intera struttura in robusto legno lamellare, ha una capienza di 90 posti, oltre 20 posti aggiunti, dotato di tutti i sistemi di sicurezza, di rampa per disabili motori e velario per proteggersi dal sole e dalla pioggia. L’arena, dalla forma ellittica, ed i prospicienti spalti sopraelevati, offrono la possibilità allo spettatore di godere lo spettacolo da una prospettiva analoga a quella che si offriva al pubblico dell’antica Pompei.

Il tutto è completato da un giardino antistante l’ingresso (fornito di tavoli e scenografie che rievocano antichi termopoli) che funge da foyer, e che oltre l’ovvia funzione ricettiva, grazie alla sua estetica rievocativa, si presta a diventare esso stesso luogo d'interventi teatralizzati.

Capienza totale: 110 posti

Rampa per disabili motori

Velarium per sole

Foyer

Gli ArcheoSpettacoli

Gli ArcheoSpettacoli -  ArcheoTeatro Pompeiano

    L'ArcheoTeatro di Pompei è sia un edificio scenico unico nel suo genere che un modo inedito di fare teatro, e soprattutto, di insegnare la storia. Qui forma e funzione, contenitore e contenuto, sono equivalenti. Il contenitore, cioè l’edificio scenico ArcheoTeatro, è una struttura che riprende elementi architettonici degli edifici per spettacoli del mondo antico adattandoli alle odierne esigenze di comunicazione e di fruizione. Analogamente il contenuto, l’ ArcheoSpettacolo  ,riprende fatti, storie e personaggi del mondo antico e li mette in scena usando codici di comunicazione tratti non solo dal linguaggio teatrale ma anche da quello marziale e più in generale circense, al fine di riuscire meglio a comunicare, attraverso la meraviglia che ne consegue, i contenuti storico-archeologici che ci poniamo di trasmettere.

 Non c’è conoscenza senza meraviglia!

  ArcheoSpettacoli--->... 

Pompei,dal 24 Maggio al 16 Settembre: prima Rassegna di Teatro metacontemporaneo

Pompei,dal 24 Maggio al 16 Settembre: prima Rassegna di Teatro metacontemporaneo -  ArcheoTeatro Pompeiano

    Dal 24 Maggio al 16 Settembre 2018, dal Giovedì alla Domenica, l’ArcheoTeatro pompeiano ospiterà oltre trenta spettacoli di musica e teatro, con gruppi, autori, attori, musicisti e compagnie di antica e ultima generazione per una lunga, di quattro mesi ed oltre ininterrotta festa.

 -->vai alla RASSEGNA.. 

LA VIA DEL GLADIATORE -Domenica 1 Luglio ore 16,30

LA VIA DEL GLADIATORE  -Domenica 1 Luglio ore 16,30 -  ArcheoTeatro Pompeiano

    Visita guidata negli scavi di Pompei + spettacolo teatrale + aperitivo                                 Domenica 1 Luglio ore 16,30

Inizio visita: Piazza Esedra ore 16,30;  Inizio spettacolo ArcheTeatro: ore 19,00
Durata visita: 2h e 30’ 
Durata spettacolo: 60’ circa 
Biglietto:   Visita guidata + Spettacolo + aperitivo
 : € 15,00
             
   solo Spettacolo + aperitivo : € 12 


Info e prenotazioni: 366 998 3006 - 333 887 7512
---
La Via del gladiatore è un percorso fisico e umano attraverso il tempo, lungo le vie di Pompei, per riscoprire un mondo tanto noto quanto falsamente conosciuto, dove i luoghi comuni e i miti lasciano lo spazio a una realtà tanto distante quanto vicino alla nostra.
Un mondo fatto non solo di sangue e arena, ma anche di problemi economici, amori patetici, riscatto sociale, fughe ingloriose, vite stroncate, disoccupazione dilagante, sfruttamento di terzi, possibilità di carriera… un mondo che non sembra poi così lontano dal nostro, dove gli eroi cedono il passo agli uomini e le leggende alla banalità quotidiana in tutta la sua eroica tragicità.
---
La visita procede nell’ArcheoTeatro Pompeiano dove le testimonianze archeologiche appena visitate prenderanno vita in con lo spettacolo Gladiatores Pompeiorum. Vi sono narratre le vicende atletiche di Marco Attilio, vero e proprio Rocky ante litteram che per mancanza di lavoro ed ironia del fato si trova catapultato nell’arena ad affrontare Ilario, il campione dei campioni.
La vicenda è tratta da un graffito rinvenuto su una tomba a Pompei (presso la Necropoli di Porta Nocera) da un appassionato tifoso che colpito dall’insolita ascesa sportiva di Marco, l’ha incisa nella pietra consegnandola alla posterità.
Grazie a un team di attori, registi, stuntman e archeologi, oggi quell’avventura torna in vita in tutta la sua ironica spettacolarità. Seguirete Marco Attilio nella sua impresa atletica, alle prese non solo con lo spietato avversario Ilario, ma anche con lo spregevole lanista Ampliato, l’ampolloso sacerdote Valente, l’avido mercante Umbricio, gli agguerriti capitalisti della gilda dei pisciuaiuoli, i fieri soldati della marina imperiale e tutta la variegata umanità che calpestò le strade di quella piccola ma dinamica cittadina di periferia che fu Pompei.
L’ArcheoTeatro Pompeiano è la cornice di questa messa in scena. Una struttura che rievoca un antico teatro, con tanto di cavea e velario, che vi offrirà un’esperienza immersiva dove interpreterete il ruolo di un antico pompeiano che assiste ai giochi gladiatori ed è chiamato a decidere sulle sorti dello sconfitto.
Venite, mettevi comodi e godetevi lo spettacolo. Non troppo comodi però, non sarebbe la prima volta che qualche malcapitato spettatore, per ironia della sorte o capriccio dei potenti, passi dall’essere carnefice a vittima, ritrovandosi nell’arena in attesa di chissà quale fine… ma di certo sarà una gran bella fine…

Arte & Cultura - Adatto ai bambini

 -  ArcheoTeatro Pompeiano